BENEDIZIONE DI SAN MAURO ABATE PER GLI AMMALATI

Dal Breviario Monastico, Torino-Roma, Ed. Marietti, 1963




La formula seguente, usata ordinariamente dai monaci sacerdoti dell'Ordine di san Benedetto, può essere adoperata anche da sacerdoti che ne abbiano la facoltà dai Superiori dell'Ordine medesimo.

Esposta la Reliquia della S. Croce, tra due candele accese e recitati tre Pater, Ave e Gloria in onore della SS.ma Trinità, il sacerdote, rivestito di stola rossa, tenendo con la mano destra elevata la Reliquia della Santa Croce, prega con l'infermo o con gli infermi.




SACERDOTE: La benedizione, la luce e la sapienza, il rendimento di grazie, l'onore, la virtù e la fortezza siano rese al nostro Dio nei secoli del secoli.

FEDELI: Amen.

SAC.: Mi sono posto sul retto cammino.

FED.: Nell'assemblea dei credenti Ti benedico, o Signore.
 

INVOCAZIONE


Per l'invocazione del nome santissimo di Dio, ti doni (o vi doni) la sanità desiderata quella fede con la quale san Mauro guarì gli ammalati mediante le parole che io, indegno peccatore, umilmente proferisco su di te (o su di voi).

Nel nome della Santissima e Individua Trinità, con l'aiuto dei meriti del santissimo Padre Benedetto, possa tu (o possiate voi) ricuperare la salute, e la tua (o la vostra) autonomia. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

FED.: Amen.

ANTIFONA: Veramente il Signore si è addossato i nostri mali e ha sopportato i nostri dolori, e, con la sua sofferenza, siamo stati risanati.

SAC.: Lui che è venuto incontro alle iniquità degli uomini,

FED.: Ti risani dalle tue infermità.

SAC.: Signore, ascolta la mia preghiera.

FED.: E il mio grido venga a te.

SAC.: Il Signore sia con voi.

FED.: E con il tuo spirito.


PREGHIAMO


O Dio, creatore del cielo e della terra, che hai voluto che il tuo unico Figlio, per la salvezza del genere umano, si incarnasse ad opera dello Spirito Santo da Maria Vergine, e Ti sei degnato di venire incontro alle ferite e ai dolori delle nostre anime, redimendoci mediante il glorioso legno della Croce salvifica, degnati di riportare alla salute di un tempo questo nostro fratello (o questi nostri fratelli) attraverso la forza di questo segno di vita. Per lo stesso Cristo nostro Signore.

FED.: Amen.


PREGHIAMO



Signore Gesù Cristo, che al mio maestro, san Benedetto, hai dato la potestà di ottenere da Te ciò che avrebbe chiesto nel tuo nome, degnati per sua intercessione di allontanare ogni infermità da questo nostro fratello (o da questi nostri fratelli), affinché, ottenuta la sanità, renda (o rendano) grazie al Tuo santo Nome. Tu che con il Padre e lo Spirito Santo vivi e regni nei secoli dei secoli.

FED.: Amen.
 

BENEDIZIONE


Per l'invocazione dell'Immacolata Madre di Dio e sempre Vergine Maria, e per l'intercessione dei santi Benedetto e Mauro, la Potenza + di Dio Padre, la Sapienza + di Dio Figlio, e la forza + dello Spirito Santo ti liberi (o vi liberi) dalla presente infermità. Amen.

Avvenga secondo il suo beneplacito e quanto tu chiedi e desideri (o voi chiedete e desiderate) ti sia concesso (o vi sia concesso) a lode e onore della SS.ma Croce del Signore nostro Gesù Cristo.


Infine il sacerdote benedice l'infermo (o gli infermi) con la Reliquia della Croce, dicendo:


La Benedizione di Dio Onnipotente, Padre e Figlio + e Spirito Santo discenda sopra di te (o di voi) e vi rimanga per sempre!

FED.: Amen.

I fedeli baciano la Reliquia della Croce.

*     *    *     *     *

Per la tradizionale benedizione degli indumenti ammalati, si recitano con devozione il Padre nostro l'Ave Maria e il Gloria al Padre. Quindi prosegue il


SACERDOTE: Prega per noi, san Mauro!

FEDELI: Perché siamo degni delle promesse di Cristo.


PREGHIAMO


Accogli le nostre preghiere, Signore, e per l'intercessione di san Mauro, abate, vieni in nostro aiuto nei mali che ci affliggono nell'anima e nel corpo, affinché, ricuperata la sanità, possiamo godere sempre della tua protezione.

Per Cristo nostro Signore.

FED.: Amen.

Il sacerdote asperge gli indumenti con l'acqua benedetta.


Abbazia di San Benedetto di Seregno (MI) - Altare di San Mauro - Tela con il Santo invocato da infermi


Ritorno alla pagina su: "San Benedetto"


| Ora, lege et labora | San Benedetto | Santa Regola | Attualità di San Benedetto

| Storia del Monachesimo | A Diogneto | Imitazione di Cristo | Sacra Bibbia |


21 giugno 2014                a cura di Alberto "da Cormano"        Grazie dei suggerimenti       alberto@ora-et-labora.net